mercoledì 1 marzo 2017

Gaia de Beaumont:Tra breve io ti scorderò mio caro.La storia di Edna St. Vincent Millay, una poetessa nella New York dell'età del jazz

In un' America che vive nel pieno del miracolo economico  lontana dalla tragedia che di lì a pochi anni segnerà il mondo la figura di
Edna St. Vincent Millay si colloca in piena antitesi rispetto alla borghesia dell'epoca.Poetessa che seppe dare voce ai giovani del Greenwich Village insofferenti dei confronti di una borghesia perbenista e lontana dal resto del mondo.Con uno stile leggero, Gaia de Beaumont autrice del libro ci trascina nella vita della poetessa, degli anni venti.










Una vita fatta di sregolatezza amori travagliati ma anche impegno sociale e politico, come il suo impegno contro l'esecuzione di Sacco e Vanzetti ma soprattutto per la sua propaganda pro bellica contro la Germania nazista, propaganda che le procurò molte critiche . Andando oltre il conformismo borghese Edna St. Millay seppe stupire, accompagnare la sua generazione verso l'emancipazione sociale,  che caratterizzerà  tutto il 900.

Nessun commento:

Posta un commento