mercoledì 10 agosto 2016

Umberto Eco: Numero zero

In una Milano che sta per essere travolta da Tangentopoli, un direttore improvvisato  e senza scrupoli pronto ad arrivare a tutto pur di fare carriera, decide di mettersi al servizio di un Commendatore misterioso, che tanto richiama Silvio Berlusconi per dare vita a una nuova testata giornalistica   ''Domani''.Un' arma di ricatto al servizio dello  stesso, contro i suoi avversari.A far parte della redazione di un giornale che non verrà mai alla luce,vengono assunti personaggi bizzarri e giornalisti finiti ancora prima di iniziare:Colonna un cinquantenne che dopo una vita passata ad inseguire il suo sogno di giornalista  si ritrova a fare il ghost writter,con il compito di scrivere un libro che avrà la forma di un diario e che avrà come autore il direttore Simei.
numero zero
Scopo del giornale che non dovrà dare la notizia ma anticipare gli eventi,supporre avvenimenti che possano gettare discredito sui nemici del commendatore.Se ''Domani'' è un giornale fuori dagli schemi, i membri della redazione non sono da meno Braggadocio che arriva a riscrivere la non morte di Benito Mussolini; e giornaliste mancate.Mia che dopo la laurea ormai trentenne si ritrova a scrivere di oroscopi.
Umberto Eco spiazza il lettore, lasciandolo  in una storia dove  il vero si confonde con il falso arrivando al limite del grottesco. Se il presente che i lettori vivono e leggono non sfugge al processo di manipolazione anche il passato diventa confuso.
La storia non si cerca più nei manuali o nelle biblioteche.la comparazione delle fonti è in via di estinzione.Basta leggere Wikipedia.Cambiano i nomi, ma non i fatti e al centro di tutto,i giornalisti e capo redattori che a colpi di penna mettono in moto la macchina del fango.
Tutto è lecito, e ogni cosa diventa relativa un fatto può essere raccontato in diversi modi,e manipolato secondo le esigenze del committente.L'importante non è la notizia ma instillare e istigare il lettore,
affinché creda a quello che legge,che sia la verità o meno poco importa l'importante è non dimenticare
di accompagnare le dichiarazioni di presunti testimoni con le virgolette.

Nessun commento:

Posta un commento